Attualità

Ordine del giorno – Primavera di Praga

Di seguito è riportato il testo dell’odg sulla Primavera di Praga presentato al consiglio comunale di Fabriano da Vinicio Arteconi e sottoscritto anche da Vincenzo Scattolini.
L’indicazione di intitolare uno spazio pubblico a Jan Palach è emersa a seguito dell’iniziativa sulla Primavera di Praga promossa dall’Associazione Fabriano Progressista il 23 novembre scorso, alla quale ha partecipato lo storico Guido Craiz, che ha presentato un saggio dal titolo: “Il sessantotto sequestrato”, imperniato appunto sulla Primavera di Praga e che ha evidenziato la sostanziale indifferenza dell’occidente ai gravi fatti di quell’agosto del 1968 quando le truppe sovietiche invasero Praga, sopprimendo definitivamente le speranze di un popolo che si riconosceva nel nuovo corso politico rappresentato da Alexander Dubcék. La testimonianza, inoltre del Presidente dell’Istituto Gramsci Marche, Carlo Latini, allora giovane militante della sinistra, ha ripercorso fatti e circostanze di quel periodo travagliato che ha attraversato il gruppo dirigente del Partito Comunista e come si consumò la rottura con la linea prevalente sui fatti di Praga e la nascita del Manifesto, i cui fondatori furono Lucio Magri, Luciana Castellina, Rossana Rossanda, Valentino Parlato, Luigi Pintor ed altri.
Lista Vinicio Arteconi
Associazione Fabriano Progressista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *